Luther Blissett Project per principianti

Questo è un compendio [tratto da Wikipedia] diretto a tutti coloro non conoscono nulla del progetto Luther Blissett.
Cominciamo con il dire che questo nasce nella primavera del 1994 come il più riuscito esperimento di nome multiplo. I suoi predecessori, Monty Cantsin [americano] e Karen Eliot [britannico], non raggiunsero mai la sua stessa carica sovversiva.
La “paternalità” del progetto è attribuita a Harry Kipper, inglese immaginario, nome collettivo parallelo che sarà poi protagonista di una storica beffa alla trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?”. Kipper si sarebbe appropriato del nome del celebre centravanti di origine giamaicana, usandolo negli anni ’80 come pseudonimo con cui firmare le proprie azioni. Successivamente lo avrebbe trasformato in un personaggio immaginario e inafferrabile dalla definizione in continua evoluzione e mutamento.
Grazie alle enormi potenzialità delle comunicazioni degli anni 90, il nome multiplo e il suo manifesto vengono rapidamente diffusi per vie telematiche e postali in varie parti del mondo. In Italia e all’estero alcune soggettività iniziano ad utilizzare il nome Luther Blissett per firmare le proprie azioni. Aderiscono al progetto decine di performers, mail artisti, riviste underground, operatori del virtuale e collettivi di squatters europei e americani. Azioni, sabotaggi, performances, manifestazioni, pubblicazioni, video, trasmissioni radiofoniche di e su Luther Blissett diffondono il suo nome multiplo in tutto il mondo. Viene addirittura costruito e fatto circolare il suo volto, al fine di trasformarlo in un’icona pop come la Marilyn di Andy Warhol.
In Italia parte a Bologna e ha un’immediata diffusione. In rete compaiono i primi messaggi firmati Luther Blissett. Dalla mail art e dalle reti telematiche il fenomeno si espande anche ai media in generale e alle azioni quotidiane. Esplode a livello nazionale ed internazionale. Nel 1995 parte Radio Blissett a Roma e a Bologna. Vengono inoltre pubblicati il libro “Mind Invaders” e il numero 0 della fanzine “Luther Blissett. Rivista di guerra psichica e adunanze sediziose”. Nello stesso anno la polizia spara in aria per fermare la “deriva psicogeografica” in autobus dell’Associazione Psicogeografica Romana. Vengono realizzate molte azioni fino ad arrivare al 1999 quando alla biennale di Venezia partecipa un artista serbo inesistente, Darko Maver.
Entartetekunst nasce dal Luther Blissett Project per diffondere le strategie di guerriglia comunicativa e di plagio. Nel 2000, nel pieno della sua attività sovversiva, diverse soggettività ne decidono il suicidio rituale, il Seppuku. Questo non è inteso come la fine ma l’inizio di una nuova fase, di un nuovo modo di servirsi della sua faccia e del suo nome, perché a lungo andare un nome conduce a un’identità e quindi a qualcosa a cui rinunciare.

Per comprendere meglio “il manifesto” del Luther Blissett Project di seguito elenchiamo alcuni punti fondamentali:
– Luther Blissett è un nome collettivo, un efficace strumento per la guerriglia semiologica dalle potenzialità estremamente sovversive. Costituisce la soluzione ai problemi di identità, del rapporto tra singolarità e collettivo, della dialettica tra individuo e comunità.
– L’idea del progetto è fondata sull’etica della condivisione e della circolazione dei saperi e delle idee. Non esiste il “genio” ma una grande performance globale in cui tutti concorrono a creare tutto. La proprietà privata delle idee non esiste, così come non esistono meriti individuali.
– Luther Blissett è allo stesso tempo uno e molti. La sua natura è sottile e sfuggente. Chiunque può utilizzare il suo nome ma nessuno può possederlo, né ingabbiarlo in un’appartenenza. In questo modo egli supera la centralità dell’individuo e dell’identità e diviene un tutt’uno con il mutamento.
– La sua essenza si manifesta nel paradosso della sua identità: è il rappresentante di una complessa strategia, imprevedibile e indefinibile, è il possessore di una nuova identità che è una NON identità, è il proprietario di un luogo sicuro che è un NON luogo.
– Nel suo agire rifiuta ogni coerenza formale: esiste solo nella coerenza che si mostra in ogni azione [ma solo nell’arco di tempo di una]. Agisce in mezzo alle contraddizioni superandole. Si muove tra i sistemi di segni, gioca con essi. Infetta tutti i codici a cui riesce ad accedere costruendo situazioni, pseudoculti, parascienze e antifilosofie, beffe, leggende metropolitane, falsi e voci incontrollabili così da provocare gioiose rivolte e agitazioni.

Per azioni, performance e altro fate riferimento a questo sito.

Annunci

Una Risposta to “Luther Blissett Project per principianti”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: