Archivio per cultural jamming

Per avere visibilità bisogna falsificare le notizie?

Posted in Article, interview & theory, Fake with tags , , , , , , , , , on 29 giugno 2010 by Brolondo

Dopo aver parlato di Luther Blissett Project, Fake Billbord, Viral Fake e Cultural Jamming, oggi facciamo un’altro salto nel passato per avvicinarci a comprendere meglio la cultura Fake.

Le strategie di falsificazione delle notizie [fake] mirano solitamente a portare l’attenzione dell’opinione pubblica sulle malefatte di qualche gruppo o potentato economico o politico.
Alla fine degli anni Sessanta Abbie Hoffman, così come altri del movimento dei cosiddetti Pranks realizzarono alcune iniziative che pur al limite del verosimile crearono scalpore e ansia nei cittadini americani: dall’organizzazione di un girotondo intorno alla Casa Bianca che avrebbe avuto il risultato di farla lievitare, fino alla voce fatta girare ad arte che avevano buttato LSD in gran quantità nelle acque dell’acquedotto di San Francisco al punto che ogni cittadino che l’avrebbe bevuta avrebbe avuto un trip. Il Sindaco dovette intervenire pubblicamente per smentire la notizia. Continua a leggere

Annunci

Fake Billboard: cos’è e com’è cambiato dal ’77

Posted in Article, interview & theory, Graphic Spoof with tags , , , , , , on 10 maggio 2010 by Brolondo

Oggi facciamo luce sul fenomeno del Fake Billboard, ovvero della sostituzione del contenuto di cartelloni pubblicitari.
Il tutto nasce dall’enorme presenza nelle nostre città dei cartelloni pubblicitari, li abbiamo accettati da tempo e ci facciamo bombardare ogni giorno dalle loro informazioni. Più di un quarto di secolo fa, un gruppo di americani, il Billboard Liberation Front nell’area Adbusters, ha deciso di smettere di farsi manipolare e di iniziare a sabotare i cartelloni pubblicitari che infestavano le loro città e tutto il loro Paese. Nel loro manifesto si legge:

Fare pubblicità significa esistere. Il nostro fine ultimo è che ogni cittadino abbia il proprio personale ed originale cartellone pubblicitario. Fino a quel giorno continueremo a fare tutto ciò in nostro potere per incoraggiare le masse a manipolare la pubblicità e farne un progetto personale.

Continua a leggere

Pirateria informatica: è un reato non ridere

Posted in Spot Spoof with tags , , , , , , , , , , , , , on 9 novembre 2009 by Brolondo

Ruberesti una borsa? Ruberesti un dvd?
Vi ricordano qualcosa queste domande?
Ciclicamente, in Italia, in Europa e in altri Paesi, vengono lanciate campagne pubblicitarie contro la pirateria informatica. Certamente la più famosa a livello internazionale è quella presentata oggi.
Qualche anno fa la vedevamo al cinema prima di ogni spettacolo. Giravano voci incontrollate di arresti, alcune vere [per lo più simboliche], e si riempivano le pagine dei giornali.
Ora non è cambiato niente, l’Italia resta tra i primi Paesi nella classifica per reati di download illegale, gli spot non si vedono più, ma in cambio è comparsa una bellissima parodia.. Continua a leggere